Le migliori ricette per centrifugati

Centrifuga: guida per scegliere la migliore

​Quindi alla domanda "centrifuga o estrattore" hai risposto centrifuga? O semplicemente vuoi approfondire meglio come funziona una centrifuga e quali aspetti devono essere considerati prima di procedere all'acquisto? Qualunque sia la tua risposta sei nella pagina giusta per conoscere tutti le informazioni che riguardano le centrifughe. Dacci 5 minuti del tuo tempo e ti aiuteremo a trovare la tua nuova centrifuga!

Che cos'è una centrifuga

La centrifuga è uno degli elettrodomestici più apprezzati perché permette di poter preparare tanti buonissimi e gustosi succhi di frutta nonché degli ottimi centrifugati di verdure; per chi è amante della sana ed equilibrata alimentazione questo apparecchio non può mancare in cucina. Grazie alla forza centrifuga, tutti gli alimenti vengono ridotti in piccolissimi pezzi, separando in questo modo la polpa dal succo. La polpa a sua volta viene trattenuta da un filtro e volendo può essere nuovamente riutilizzata. Naturalmente, se il motore è potente ed efficiente allora in questo caso minori saranno gli scarti alimentari prodotti. Il motore di una centrifuga ha la capacità di produrre da un minimo di 6.000 giri fino ad un massimo di 18.000 giri; naturalmente in quest’ultimo caso, parliamo di una centrifuga professionale. Per produrre un’elevata quantità di succo e ridurre gli sprechi bisogna acquistare una centrifuga che produca elevati giri del motore. La centrifuga è adatta per tutti coloro che non amano mangiare frutta e verdura crude, per tutte quelle persone che avvertono la necessità di integrare nel proprio regime alimentare la giusta dose di enzimi e coenzimi, e naturalmente per i bambini.

In pillole

  • Nella centrifuga tutti gli alimenti vengono ridotti in piccolissimi pezzi, separando la polpa dal succo.
  • La polpa a sua volta viene trattenuta da un filtro e può essere nuovamente riutilizzata.

Confronto tra le migliori centrifughe

Il mercato delle centrifughe è pieno di modelli dai prezzi e dalle caratteristiche differenti e può essere difficile orientarsi tra i modelli migliori in base alla propria esigenza; per aiutarti abbiamo preparato una lista di 5 modelli di centrifuga che sono adatte per la stragrande maggioranza delle persone. Qui sotto trovi una tabella di confronto; per ogni modello è disponibile la nostra recensione basata su test approfonditi e nel caso tu sia in cerca di un modello specifico lo puoi sicuramente trovare nella nostra sezione di recensioni centrifughe.

Philips HR1871/70

La centrifuga migliore in assoluto

La centrifuga migliore in assoluto

Potenza: 1000W

Capacità vaso: 2,5 L

  • Motore da 1.000 watt
  • Tubo di inserimento XXL
  • Due velocità selezionabili
  • Sistema antigoccia
  • Peso elevato (6Kg)

Leggi la nostra recensione

Bosch MES3500

Ottimo rapporto qualità/prezzo

Ottimo rapporto qualità/prezzo

Potenza: 700W

Capacità vaso: 1,25 L

  • Dimensioni contenute
  • Easy Storage – vano avvolgicavo
  • Sistema antigoccia (Drip Stop)
  • Due velocità selezionabili
  • Niente di rilevante da segnalare

Leggi la nostra recensione

Moulinex JU2000

La centrifuga super- economica

La centrifuga super- economica

Potenza: 200W

Capacità vaso: 0,98 L

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Motore poco potente
  • Frutta e verdura duri non centrifugabili
  • Difficoltà nel rimuovere gli scarti

Leggi la nostra recensione

Kenwood JE 850

La centrifuga più potente

La centrifuga più potente

Potenza: 1500W

Capacità vaso: 1,5 L

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Tubo di inserimento XL
  • Due velocità selezionabili
  • Motore da 1.500 watt
  • Pesante

Leggi la nostra recensione

Severin ES 3564

La centrifuga compatta

La centrifuga compatta

Potenza: 400W

Capacità vaso: 0,45 L

  • Motore silenzioso
  • Tubo di inserimento grande
  • Ha due velocità selezionabili
  • Contenitore del succo con coperchio e separatore di schiuma
  • Produzione di succo ridotta (0,450 ml)
  • La centrifuga non è adatta ad uso prolungato

Leggi la nostra recensione

La centrifuga migliore

Scegliendo la centrifuga migliore uno dei fattori più importanti da valutare è la velocità di centrifugazione. Ci sono in commercio alcuni modelli di centrifughe che non hanno la capacità di spremere il prodotto fino alla sua ultima goccia, però sono in grado tuttavia, di estrarre un normale bicchiere di succo di frutta in soli 5 secondi. Ma se per voi la velocità conta tantissimo, allora in questo caso vi consigliamo di cercare un numero di giri al minuto maggiore e un motore con più watt. Tuttavia ci sono le centrifughe veloci che possono surriscaldarsi al punto di distruggere enzimi ed antiossidanti fondamentali per l’organismo. Pertanto il nostro consiglio è quello di acquistare un apparecchio a due velocità. La velocità più ridotta costituisce senza ombra di dubbio la modalità di estrazione. In questo caso è utile per tritare il cibo in piccoli pezzi, mentre le velocità più elevate sono ideali per centrifugare i pezzi più grandi estraendone così il succo. Quindi qual'è la centrifuga migliore? Abbiamo preparato una lista dei modelli delle centrifughe migliori attualmente presenti in commercio:

Come scegliere una centrifuga professionale?

Per chi ama uno stile di vita salutare caratterizzato da un’alimentazione sana e naturale la centrifuga può rivelarsi la scelta vincente. In questo caso si possono acquistare modelli dalle piccole e medie dimensioni caratterizzati a loro volta da un prezzo più che abbordabile. Scegliere una centrifuga professionale non è facile perché sono diversi gli aspetti da tenere in considerazione. Il materiale prima di tutto. Esso deve essere in acciaio inox, resistente nel tempo e che non si arrugginisca nel corso degli anni. Anche il motore deve essere più potente rispetto alla media.

Come funziona una centrifuga?

Solitamente questo utile elettrodomestico è composto da una lama metallica che si muove molto rapidamente e riesce a separare il succo dalla polpa sfruttando la forza centrifuga. Sia il succo che la polpa di frutta e verdura vengono separati in contenitori diversi sfruttando la combinazione lama metallica e forza centrifuga. Quest’ultimo aspetto è molto importante per valutare la qualità dell’apparecchio. Il succo che esce, tuttavia, non è propriamente limpido ma contiene alcune piccole parti di alimento, le quali riescono a passare attraverso i fori del filtro. Alcuni modelli invece sono corredati da una funzione capace di espellere la polpa in eccedenza. Se avete intenzione di utilizzare la polpa, allora in questo caso consigliamo di usarla per preparare cibi cotti, salse e zuppe. Il vantaggio di questa importante caratteristica è quello di risparmiare un bel po’ di tempo. Quante volte bisogna svuotare il cestello perché stracolmo di pezzi di frutta? Per questa ragione si rivela indispensabile comprare la giusta centrifuga.

Quali sono i vantaggi di una centrifuga?

Le centrifughe presentano sicuramente numerosi vantaggi. Vediamo insieme quali sono. Come è stato illustrato precedentemente, le centrifughe sfruttano la forza centrifuga, ed attraverso rotazioni ad alta velocità sono in grado di separare il succo della frutta e della verdura dalla polpa. Inoltre introdurre centrifugati nella nostra alimentazione presenta numerosi vantaggi dal punto di vista nutrizionale. Molto spesso le mamme danno ai loro bambini succhi di frutta acquistati dai supermercati. Sicuramente tali succhi sono un ottimo modo per far mangiare la frutta ai bambini, soprattutto se hanno gusti difficili. Tuttavia, è sempre meglio sostituire i succhi di frutta comprati con quelli freschi per una serie di ragioni. Prima di tutto quelli acquistati presentano un eccesso di zuccheri dovuto alla necessità di contrastare l’acidità di alcuni frutti. Inoltre questi succhi di frutta commercializzati molto spesso sono pastorizzati il che vuol dire distruggere molte vitamine. In parole povere, vengono tolte dalla frutta tutti gli agenti che facilitano la digestione della stessa. Tra gli altri vantaggi delle centrifughe annoveriamo non solo benefici alimentari ma anche il fatto di far riuscire a mangiare frutta e verdura ai bambini; è possibile preparare centrifughe di frutta ma anche mischiare le verdure, rendendole in questo modo più appetitose ma anche più nutrienti. Come potete constatare insomma, i vantaggi che si possono ottenere nell’acquistare una centrifuga sono davvero notevoli. Mentre, tra gli svantaggi annoveriamo il fatto che una centrifuga dopo l’utilizzo dovrà essere lavata. Consigliamo al riguardo di sciacquare l’elettrodomestico immediatamente, in questo modo con un veloce risciacquo risulterà pulito.

Pulizia e manutenzione di una centrifuga

Per eseguire una corretta pulizia della vostra centrifuga ecco alcuni utili consigli. Le operazioni di pulizia non sono affatto difficili come erroneamente molti pensano. Tuttavia per far si che l’elettrodomestico sia sempre efficiente è necessario stare attenti a come lo si pulisce. L’apparecchio è composto da un motore e dalle varie parti smontabili. Per poter pulire correttamente l’elettrodomestico senza produrre danneggiamenti occorre leggere dapprima tutte le illustrazioni riportate sul libretto di istruzioni. In questo modo anche la persona meno esperta capirà come pulire per bene la centrifuga senza arrecare lesioni di nessun genere. Una centrifuga presenta questi elementi:

  • corpo macchina
  • vaschetta interna
  • filtro trituratore
  • pressatore
  • coperchio

La prima cosa che dovete fare prima di procedere all’usuale pulizia della centrifuga è quella di scollegare l’apparecchio dalla presa di corrente. Questo aspetto si rivela fondamentale e pertanto non va preso alla leggera. In seguito togliete dalla centrifuga tutte le parti smontabili e lavateli con acqua e detergente preferibilmente neutro. Vi consigliamo al riguardo di non utilizzare spugnette abrasive o prodotti aggressivi perché rischiate di compromettere seriamente la centrifuga. Ci sono alcuni modelli che consentono il lavaggio di alcuni pezzi in lavastoviglie, ma è sempre bene controllare dapprima nel libretto delle istruzioni. Ma un’attenzione particolare va posta alla pulizia del filtro trituratore. Il motivo? E’ molto semplice: maggiore il filtro trituratore risulta pulito maggiore sarà l’efficienza del prodotto. Quindi per poter eseguire una corretta manutenzione sul filtro è indispensabile utilizzare uno spazzolino avendo l’accortezza di rimuovere delicatamente ogni genere di residuo. Per quanto concerne invece la macchina in sé, essa non va assolutamente lavata sotto l’acqua corrente. Piuttosto è consigliabile passare un panno umido sulla sua superficie per eliminare eventuali residui lasciate dagli alimenti. Prima di rimontare il tutto lasciate che tutti i pezzi della centrifuga si asciughino perfettamente. Dopo questa attenta descrizione ora sapete come dovete pulire l’elettrodomestico in maniera eccellente: naturalmente è utile procedere alla manutenzione dello stesso appena avete finito di utilizzarlo.

Esiste una centrifuga silenziosa?

E’ ormai risaputo che la centrifuga è un apparecchio piuttosto rumoroso. Il rumore è dovuto ad una serie di ragioni:

  • giri del cestello che provocano vibrazione all’apparecchio
  • l’azione delle lame
  • lo scorrimento del succo nel recipiente

Tuttavia le strategie che sono state messe in atto al fine di portare la centrifuga a divenire poco rumorosa non hanno portato esiti positivi. La ragione è molto semplice: il principio fisico, la forza centrifuga, non consente di raggiungere tale obiettivo. Ma in realtà una piccola soluzione c’è, ovvero: isolare la centrifuga acusticamente. Ma per raggiungere un buon risultato bisognerebbe impiegare materiali e sistemi molto costosi, il che vuol dire che il prezzo aumenterebbe a dismisura. Tuttavia esiste un piccolo accorgimento che se preso in considerazione può contribuire a ridurre il problema. Quando si acquista una centrifuga la prima cosa che bisogna osservare è se alla base ci sono delle ventose al posto dei piedini. Mettendo in atto questo piccolo accorgimento di sicuro il rumore causato dalle vibrazioni mentre è in funzione diminuisce sensibilmente.

Perché acquistare un estrattore di succo?

In pillole

  • Una centrifuga è composta da una lama metallica che si muove molto rapidamente e riesce a separare il succo dalla polpa.
  • Meglio sostituire i succhi di frutta comprati con quelli freschi
  • I succhi freschi sono un ottimo modo di fare mangiare la frutta e la verdura ai bambini.
  • Dopo l'utilizzo di una centrifuga si consiglia di pulirla immediatamente.

In pillole

  • Prima di utilizzare una centrifuga leggete attentamente il libretto delle istruzioni.
  • Prima di iniziare la pulizia scollegate la centrifuga dalla presa di corrente.
  • Per pulire la centrifuga togliete tutte le parti smontabili e lavatele con acqua e detergente neutro.
  • Certi modelli di centrifughe permettono il lavaggio di alcuni pezzi in lavastoviglie
  • Attenzione particolare va posta alla pulizia del filtro trituratore della centrifuga, utilizzando un spazzolino. 
  • Per pulire il corpo mottore della centrifuga utilizzate un panno umido sulla parte superficie.
  • Prima di rimontare i pezzi della centrifuga lasciateli ad asciugare perfettamente.

In pillole

  • Acquistando una centrifuga osservate se alla base ci sono delle ventose al posto dei piedini.

Centrifuga: prezzi

Esistono in commercio diversi tipi di centrifughe da cucina e scegliere quella che meglio soddisfa le proprie esigenze a volte può rivelarsi veramente difficile. E allora, come fare ad acquistare quella giusta? Continuate a leggere qui di seguito e di sicuro non ve ne pentirete. La prima cosa da valutare è la potenza del motore e i materiali utilizzati. Se l’intenzione è quella di utilizzare la centrifuga spesso, allora in questo caso è bene prestare attenzione ai materiali di cui è composta. Alcuni produttori utilizzano materiali di alta qualità per ottenere un succo o un frullato altamente soddisfacente. Una qualità elevata consente all’utente di sfruttare la polpa ed estrarre fino al 33% in più rispetto agli altri modelli presenti in commercio. Quindi quando si decide la cifra da spendere su tale centrifuga, anche la riduzione di spreco del cibo deve essere presa in considerazione. Per quanto concerne la potenza, essa deve essere di almeno 800 watt per non dover gettare l’oggetto dopo un breve periodo di utilizzo. Un altro aspetto da valutare quando si decide di acquistare la centrifuga sono le dimensioni. Per dimensione si intende la misura dell’elettrodomestico e il diametro del tubo dove si inserisce la frutta. Se il tubo è abbastanza grande potete inserire la frutta intera senza dover sprecare tempo a tagliarla a pezzi. Quando decidete di acquistare una centrifuga un altro punto da tenere in considerazione è il prezzo. Se avete intenzione di usarla frequentemente è meglio spendere qualcosa in più, in modo tale da non rischiare di doverla buttare dopo qualche tempo. Se invece avete intenzione di utilizzarla in modo non continuo allora si può tranquillamente spendere di meno. Il prezzo di una centrifuga va circa dai 40€ ai 250€.

Centrifuga frutta o frullatore?

In qualunque cucina amorevole, una buona centrifuga, un buon frullatore o un buon estrattore sono tanto importanti quanto frigorifero, fornelli e forni. Ma per la preparazione di succhi e passati di verdura è da preferire il frullatore oppure la centrifuga? Sono in molti a chiederselo, tuttavia la centrifuga è un elettrodomestico capace di realizzare frullati o succhi di frutta ad hoc. Il frullatore invece viene venduto generalmente come accessorio di numerosi robot da cucina. Grazie al frullatore è possibile ottenere frullati dalla maggior parte della frutta e da diverse verdure. Tuttavia la differenza tra questi due accessori dipende dal fatto che dalla centrifuga si ottiene il succo, mentre dal frullatore oltre al succo si mantiene anche la polpa. Quindi la scelta del miglior accessorio dipenderà in principal modo dalle proprie esigenze. Se la domanda è: meglio estrattore di succo o centrifuga? La centrifuga utilizza delle lame per spezzettare la frutta e la verdura, la polpa poi va a depositarsi in un dispositivo apposito che consente di far passare il succo. Per quanto concerne l’estrattore invece, la polpa viene schiacciata e setacciata e il succo non si ottiene per via della forza della centrifuga. In aggiunta, la centrifuga rispetto all’estrattore ha una velocità di giri superiore e il prezzo è molto più basso.

Centrifuga e centrifugati di frutta e verdura

Quando bisogna bere i centrifugati?

Vero elisir di bellezza e salute i centrifugati sono ottimi da gustare e non solo, ma i benefici che si possono ottenere sono veramente tanti: luminosità alla pelle, perdita di peso, depurare l’organismo, alleviare disturbi quali meteorismo, gastrite, colite, cistite, etc.. Ma quando bisogna bere i centrifugati? La cosa migliore sarebbe quella di eliminare gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio e sostituirli con i centrifugati di frutta e verdura preparati in casa. Forse non tutti sanno che un centrifugato di frutta o verdura contiene meno calorie di un pezzo di parmigiano o di un pacchetto di crackers. Un bicchiere di centrifugato si aggira intorno alle 50 – 100 calorie. E’ bene realizzarne a tale riguardo, 1 o 2 durante l’arco della giornata, al massimo 3 se si vuole seguire una dieta dimagrante.
Per poter ottenere i benefici curativi di un vegetale, è necessario assumerne una certa quantità. Per esempio, per poter curare un’anemia occorre mangiare grandi quantità di barbabietole per svariati mesi, il problema si può tranquillamente risolvere invece, con un buon bicchiere di centrifugato. La tecnica della centrifugazione permette di ingerire grosse quantità di un solo cibo.

Centrifugati: ecco alcune ricette gustose per depurare l’organismo

Se volete seguire una dieta ma non volete rinunciare a qualcosa di dolce, allora in questo caso i centrifugati di frutta e verdura possono rivelarsi una buona soluzione. Grazie a queste bevande naturali infatti, è possibile aiutare il corpo ad eliminare le tossine e a depurarlo. Inoltre l’alimentazione potrà essere arricchita di sali minerali e vitamine indispensabili per l’organismo. I centrifugati rispetto ai frullati tuttavia, presentano l’indiscusso vantaggio di escludere le fibre della frutta e della verdura. Ma come è già risaputo, potete nuovamente riutilizzare “gli scarti” della centrifuga in svariate ricette anti-spreco. Per chi vuole intraprendere una dieta depurativa con lo scopo di perdere peso, è necessario rivolgersi ad un esperto dell’alimentazione. In ogni caso i centrifugati rappresentano una buona strategia per arricchire l’organismo di sostanze preziose. Detto questo, ecco alcune utili ricette da preparare con la centrifuga:

Centrifugato di sedano, mela e cetriolo

  • 1 cetriolo
  • 3 gambi di sedano
  • 1 mela
  • 4 foglie di spinaci
  • 1 rametto di prezzemolo

Per depurare l’organismo, il sedano e il cetriolo rappresentano un’ottima soluzione. Tuttavia per chi vuole utilizzare la pera al posto della mela lo può tranquillamente fare.

Centrifugato depurativo con spinaci e mela verde

  • 1 cetriolo
  • 1 mela verde
  • 1 mazzetto di spinaci
  • 3 rametti di rosmarino
  • 2 gambi di sedano
  • 1 cucchiaino raso di zenzero
  • 1 cucchiaino di succo di limone

Con questa bevanda otterrete un sapore decisamente più intenso grazie all’aggiunta dello zenzero. Tutti gli ingredienti appena illustrati non fanno altro che apportare benefici al corpo in quanto lo depurano liberandolo dalle tossine.

Centrifugato di pompelmo, menta e cetriolo

  • 1 cetriolo
  • 3 foglie di menta
  • 1 pompelmo

Tra le mille proprietà di questo centrifugato non sottovalutate quello drenante che senza ombra di dubbio vi aiuterà a combattere la tanto temuta cellulite. I centrifugati di frutta e verdura non solo vi dissetano ma allo stesso tempo sono ricchi di cibi depurativi, dimagranti e con tante proprietà in più.Tuttavia i centrifugati possono essere controindicati per chi soffre di diabete. In questo caso è necessario valutare molto attentamente quali tipi di frutta centrifugare
Più ricette per sfruttare meglio la vostra centrifuga si possono trovare qui.

Come utilizzare gli scarti della centrifuga?

Molti non vogliono acquistare la centrifuga perché non amano sprecare gli avanzi e a volte chi prepara i centrifugati spesso si ritrova con molti scarti. E allora, come è possibile rimediare a tale problema? Se l’unico motivo per il quale siete indecisi di acquistare una centrifuga dipende dal fatto che non vi piace buttare via il cibo, non dovete preoccuparvi. Sapete perché? Ve lo diciamo subito: esistono tantissimi modi per utilizzare gli scarti prodotti dai centrifugati. Vediamo quindi come uno scarto può diventare una risorsa. Gli scarti della centrifuga sono veramente ottimi da aggiungere ai dolci o per preparare ciambelle e biscotti. Ecco una ricetta facile, facile da preparare in pochissimi minuti con gli scarti della centrifuga:

  • 300 gr di farina 00
  • 130 gr di olio di girasole
  • 150 gr di zucchero
  • 130 gr di scarti di centrifuga
  • 3 uova
  • 100 ml di acqua
  • 1 bustina di lievito

Il procedimento: la prima cosa da fare è montare le uova con lo zucchero. Una volta terminata questa prima operazione è bene aggiungere gradualmente l’olio avendo l’accortezza di mescolare delicatamente, gli scarti di centrifuga e l’acqua. A questo punto accorpare la farina insieme al lievito. Continuare a mescolare senza fermarsi, dopodichè infornare il tutto a 180° per 25 minuti al massimo. Ma gli scarti della centrifuga possono essere utilizzati anche per alimentare la compostiera. Concimano sia le piante che i fiori.

Ecco il modo migliore per conservare il succo

Una delle domande che molte persone ancora oggi si pongono è la seguente: “Per quanto tempo posso conservare il succo che si realizza con la centrifuga?” Ci sono persone che per mancanza di tempo non riescono a realizzare centrifugati di frutta e verdura tutti i giorni, così molte volte finiscono per produrre una grossa quantità una sola volta e conservarlo poi in un secondo momento. Però è bene tenere in considerazione alcuni fattori. Vediamoli insieme quali sono:

  • gli effetti benefici possono scomparire in pochi minuti dopo aver preparato il centrifugato
  • quando il succo tende a cambiare colore o sapore è fondamentale buttarlo via, poiché sono segni che stia andando male

Per quanto riguarda il periodo di conservazione è bene tenere in mente quanto segue:

  • tipo di centrifuga usata per estrarre il succo: ci sono alcune centrifughe che producono un succo di qualità superiore che può essere più resistente all’ossidazione
  • se conservato a temperatura ambiente e non coperto il succo tende ad ossidarsi prima

Per poter conservare il succo è bene utilizzare contenitori di vetro. Un buon metodo è l’utilizzo di contenitori per il frigo: riempitelo fino all’orlo. Se invece il contenitore non ha abbastanza succo in questo caso vi consigliamo di aggiungere un po’ d’acqua. Utilizzando questo piccolo espediente si ridurrà al minimo l’aria contenuta all’interno del contenitore.

Ecco altri ulteriori consigli per la conservazione:

  • utilizzando il succo di limone all’interno del succo di frutta è possibile conservarlo più a lungo
  • usare solamente prodotti biologici

In pillole

  • Il prezzo della centrifuga dipende dalla potenza del motore e dai materiali utilizzati.
  • Importante anche le dimensioni della centrifuga e il diametro del tubo di inserimento.
  • Il prezzo di una centrifuga varia dai 40€ ai 250€.

In pillole

  • Con la centrifuga si ottiene il succo, mentre dal frullatore oltre al succo si mantiene anche la polpa.
  • Nel’estrattore di succo la polpa viene schiacciata e setacciata, e ha una velocità di giri del motore molto più bassa.

In pillole

  • La cosa migliore è eliminare gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio sostituendoli con i centrifugati di frutta e verdura.
  • Un bicchiere di centrifugato si aggira intorno alle 50 – 100 calorie.
  • Si può bere 1 o 2 centrifugati durante l’arco della giornata, al massimo 3 se si vuole seguire una dieta dimagrante.
Centrifugato di sedano, mela e cetriolo
Centrifugato depurativo con spinaci e mela verde

Conclusioni

Dopo aver letto questo articolo, ora non sarà difficile orientarsi sulla scelta di una buona centrifuga. Ricorda sempre che per fare un buon acquisto è di vitale importanza stare attenti ad alcuni elementi, ovvero: la velocità della centrifuga, la potenza, la praticità per quanto riguarda il lavaggio dei componenti. Ma anche la robustezza si rivela importante. Inoltre per non incorrere in nessun problema di manutenzione consigliamo di acquistare solo ed esclusivamente apparecchi di buona qualità da aziende che sono sinonimo di qualità ed efficienza. Se avete ancora dubbi ecco una lista per trovare velocemente le informazioni più importanti.

Oasi del succo

 

NON FARTI SCAPPARE LE OFFERTE MIGLIORI SU AMAZON!